DIAGNOSTICA AVANZATA

In ciascuna sede è possibile eseguire le seguenti procedure diagnostiche.

TOMOGRAFIA A COERENZA OTTICA COMPUTERIZZATA – OCT


La Tomografia a Coerenza Ottica Computerizzata (OCT) della retina, è un esame specialistico non invasivo che usando una sorgente laser permette di ottenere delle scansioni della retina ricostruendo l’anatomia della stessa individuando eventuali patologie sotto ed intraretiniche che in altro modo non è possibile individuare. L’esame OCT è un esame semplice, non doloroso, né pericoloso e può essere effettuato da qualsiasi paziente collaborante a qualsiasi età.

Esame fondamentale per individuare e seguire nel tempo pazienti affetti da degenerazione maculare che eseguono punture intravitreali.

L’esame OCT del nervo ottico permette di valutare le fibre del nervo ottico di peculiare utilità nello studio del paziente affetto da glaucoma (RNFL)

Presso le nostre strutture sono a disposizione del paziente tomografici retinici a scansione laser confocale che coniuga un imaging del fondo oculare ad infrarosso con un imaging OCT ad altissima risoluzione


AUTOREFRATTOMETRIA


L’autorefrattometria oculare è un sistema diagnostico computerizzato che, nella visita oculistica completa, misura l’errore refrattivo di un occhio in maniera oggettiva, permettendo di ottenere valori attendibili in pazienti poco collaboranti (quali i bambini).

Presso i nostri centri sono a disposizione autorefrattometri di ultimissima generazione con misurazione oggettiva dell’accomodazione (messa a fuoco del paziente) e valutazione dell’ampiezza accomodativa.


BIOMETRIA OCULARE


La biometria oculare è la misura delle dimensioni dell’occhio effettuata attraverso due dispositivi differenti biometro ad ultrasuoni e biometro ottico.

Le sue fondamentali indicazioni sono:

  • la misurazione della lunghezza assiale del globo oculare prima di eseguire un intervento di cataratta, con lo scopo di determinare correttamente l’anatomia del bulbo oculare;

La biometria ad ultrasuoni (ormai poco utilizzata e di vecchia concezione) trova una sua utilità nelle cataratte molto avanzate (cataratte totali) dove la biometria ottica non permette una corretta misurazione dei valori biometrici dell’occhio.

La biometria ottica di nuovissima generazione consente, senza contatto tra occhio e strumento, il rilevamento dei dati biometrici dell’occhio quali la curvatura corneale e la lunghezza assiale dell’occhio.

I moderni biometri, in dotazione allo Studio Oculistico Amodeo, permettendo la valutazione di tutti i pazienti, indicando quale è la migliore lente intraoculare (cristallino artificiale sferico per miopia ed ipermetropia oppure torico per pazienti molto astigmatici) da dover inserire nell’occhio all’atto della chirurgia della cataratta.

L’estrema accuratezza permette di ottenere i migliori risultati


CAMPIMETRIA – Esame del campo visivo


La campimetria è un esame diagnostico non invasivo dell’occhio che valuta, attraverso la percezione di una piccola luce, la sensibilità e lo stato funzionale della retina e del nervo ottico nelle varie regioni del campo visivo.

Esame di fondamentale importanza nello studio del paziente affetto da glaucoma, trova indicazioni anche in tutte le patologie del sistema nervoso (quali neuriti sclerosi multipla) e nelle patologie generali che coinvolgono la retina o il nervo ottico (ad ess adenoma ipofisario o malattie autoimmunitarie in trattamento come il Lupus eritematoso).

Entrambi i nostri centri sono dotati di Software Peridata® unico software per evidenziare e monitorizzare nel tempo i cambiamenti del campo visivo; tale programma permette di rilevare statisticamente variazioni che in nessuna altra maniera posso essere evidenziate. Questo permette di porre diagnosi sicure e precise.


BIOMICROSCOPIA ENDOTELIALE


L’esame biomicroscopico della cornea (l parte anteriore trasparente dell’occhio) è un esame strumentale che permette di valutare il numero e la forma delle cellule che compongono lo strato più interno della cornea che prende il nome di endotelio.

L’endotelio corneale è lo strato più profondo della cornea, costituito da numerose cellule che, a causa dell’invecchiamento o di patologie, possono alterarsi determinando l’insorgenza di patologie con conseguente perdita di trasparenza.

Durante l’intervento di cataratta si produce sempre un traumatismo della cornea con perdita più o meno marcata di cellule endoteliali. Tale esame deve eseguito sempre nel preoperatorio per intervento di cataratta


PACHIMETRIA CORNEALE


La pachimetria corneale è un esame strumentale con il quale si misura lo spessore della cornea.

Necessario nello studio delle patologie della cornea con compromissione dello spessore (quali il cheratocono) deve essere utilizzato ormai di routine nella valutazione del tono oculare nei pazienti sia sani che affetti da glaucoma (tonometria pachimetria correlata)

Esame strumentale fondamentale nella valutazione del paziente da sottoporre ad intervento di chirurgia refrattiva quali miopia, ipermetropia ed astigmatismo


PUPILLOMETRIA


La pupillometria statica o dinamica è un esame in grado di misurare il diametro della pupilla in diverse condizioni di luce; esame peculiare per i pazienti da sottoporre a chirurgia refrattiva trova la sua utilità anche nel follow up post operatorio nella valutazione delle risultato refrattivo soggettivo.

TOMOGRAFIA CORNEALE


La tomografia corneale è un esame diagnostico computerizzato che consente, in modo agevole e sicuro, di esaminare la morfologia e la curvatura della superficie sia anteriore che posteriore della cornea, costruendo una mappa colorata (denominata mappa colorimetrica corneale) in cui ogni colore corrisponde ad una curvatura più o meno accentuata. Rispetto alla semplice topografia corneale consente inoltre la valutazione dello spessore della cornea in ciascun punto. Software applicati allo strumento, consento di ottenere mappe altitudinali e aberrometriche fondamentali nella selezione del paziente da sottoporre a chirurgia refrattiva o a valutare risultati refrattivi non soddisfacenti per il paziente laser trattato.

Esame diagnostico particolarmente utile nel paziente glaucomatoso per lo studio della camera anteriore e dell’angolo camerulare.

In un centro di alta specializzazione non può mancare questo strumento diagnostico indispensabile nella valutazione del paziente da sottoporre ad intervento di cataratta con impianto di cristallino artificiale premium per la correzione dell’astigmatismo o della presbiopia.


TONOMETRIA OCULARE


La tonometria oculare è l’esame strumentale con il quale si rileva la pressione endoculare.

Esistono due diverse tecniche: a contatto e a soffio

La tecnica a contatto si effettua applicando sulla superficie oculare esterna una spinta a compensare la pressione interna. Tale metodica non tiene conto dello spessore corneale ed è operatore dipendente.

La tecnica a soffio, moderna grazie a strumenti di ultima generazione, non tocca la superficie oculare (evitando abrasioni o contaminazioni), sfrutta un soffio di aria che permette una valutazione corretta della pressione. Lo strumento in uso nello Studio Oculistico Amodeo, oltre a misurare la pressione endoculare valuta anche, contemporaneamente, lo spessore della cornea, restituendo all’operatore una valore di tonometria molto preciso ed affidabile.


RETINOGRAFIA


La Retinografia digitale è un esame a fini clinici diagnostici che permette l’acquisizione di immagini digitali del fondo oculare ad alta definizione, sia del polo posteriore che della periferia retinica, estremamente accurate. Queste immagini sono utili sia ai fini della valutazione delle patologie retiniche, che nel follow-up delle stesse.

Esame di massima necessità nel paziente diabetico serve a visionare lo stato di salute del fondo oculare; tale indagine richiesta molto frequentemente dal medico diabetologo permette di archiviare immagini utili per evidenziare nel tempo le variazioni del fondo oculare.

Tale indagine trova il suo utilizzo in tutte le patologie vascolari quali trombosi o patologie della retina dove la acquisizione dell’immagine risulta si estrema utilità come in caso di degenerazione retiniche o nevi coroideali.


ESOFTALMOMETRIA


L’ esoftalmometria è una indagine altamente specialistica impiegato per misurare la sporgenza del bulbo oculare (esoftalmo, proptosi) dall’orbita oculare.

L’ esoftalmometria è una procedura non-invasiava e indolore, eseguita con uno strumento chiamato esoftalmometro, che misura in millimetri lo spostamento in avanti del bulbo oculare, che può essere causato da varie patologie fra cui: disfunzioni tiroidee (morbo di Basedow), tumori oculari, infiammazioni orbitarie o patologie intraorbitarie.

Il dott. Stefano Amodeo dal 2006, in collaborazione con i colleghi endocrinologi, utilizzando il protocollo diagnostico EUGOGO (The European Group on Graves’ Orbitopathy), visita e tratta chirurgicamente pazienti affetti da morbo di Basedow


Hai bisogno di ulteriori informazioni?

CONTATTA I NOSTRI STUDI

Orario Segreteria

da LUNEDI a VENERDI
9:00-13:00 / 14.30-20.30

Email: info@studiooculisticoamodeo.com

Sede di ROMA

Piazza Vincenzo Mangano, 3
00177 Roma (RM)
Tel. 06-2155-268

Sede di FERENTINO

Viale Alfonso Bartoli, 45
03013 Ferentino (FR)
Tel. 0775-2461-37

Studio Oculistico Amodeo © 2019. All rights reserved. Made with ❤ by 01 Web Agency